Le aziende di spirulina del Burkina Faso

STORIA DELLA SPIRULINA DEL BURKINA FASO

'E stato a Nanoro che nel 1966 ha preso l'avvio la prima coltivazione di spirulina destinata ai bambini del CREN locale, sotto la direzione dei Frati Cammilini e con il concoros delle associazioni Codegaz e Technap. Questa prima realizzazione è stata cocmpletata nel 1997 con 4 bacini del 8m2, costruiti all'Ospedale di San Camillo di Ouagadougou, destinati al CREN dell'ospedale.

A Koudougou è stat ceata la prima grande azienda di coltiva zione di spirulina del Burkina Faso sotto la direzione dell'O.C.A.D.E.S. (Organizzazione Cattolica per lo Sviluppo e la Solidarietà) di Koudougou e l'ONG francese Codegaz.

I tre principali obbiettivi dell'azienda agricola erano allora:

  • rifornire i Centri di Ricupero Nutrizionale (CREN) della Diocesi ed i centri di salute burkinabesi allo scopo di lotrtare contro la malnutrizione. Questa parte venduta a perdita è tutt'oggi sovvenzionata dalla parte commercializzata.
  • commercializzare il resto della produzione (80%) in modo nda equilibrare i costi di produzione, e proporre al pubblico una spirulina a buon mercato.
  • lottare contro la disoccupazione della città di Koudougou, grazie alla creazione di posti di lavoro presso l'azienda agricola.

Oggi il successo della spirulina (miglioramento della salute del pubblico e dei malnutriti) ha permesso l'estenzione delle aziende di produzione esistenti nonchè la creazione di nuove aziende, affinchè si possa soddisfare la crescente domanda sia nel Burkina che nei Paesi limitrofi.

Spirulina fattoria nel sémaire Koudougou piccolo (Burkina Faso) LE AZIENDE DI KOUDOUGOU, IMPRESE UMANITARIE

- Azienda del Piccolo Seminario

L'Azienda del Piccolo Seminario è stata ampliata in fasi successive, fino a raggiungere i 900 m2. Attualmente la capacità media di preoduzione è di 150 kg/mese. L'aziendaa viene gestita come un'impresa moderna, e dal 2000 riesce ad autofinanziare la propria produzione. Essa deve, inoltre, raccogliere i fondi necessari al proprio sviluppo. Tuttavia, resta pur sempre un'impresa di carattere umanitario, nel senso che l'obbiettivo resta una minimizzazione del prezzo di vendita della spirulina al gran pubblico, insieme alla distribuzione a perdita per i più indigenti. La produzione dell'azienda, nel 2005, previa verifica della qualità della spirulina, ha ricevuto il benestare del Ministero della Sanità.

- Azienda « Nayalgué »

A partire dal 2001, il sorprendente successo dell'azienda di spirulina di Koudougou ha portato allo sviluppo di altre aziende nel Burkina Faso, grazie a numerose ONG, nochè al coinvolgimento del Governo del Burkinabese in un grande progetto, chiamato »Progetto Spirulina Nayalgué » in collaborazione con la diocesi di Koudougou e l'ONG francese TECHNAP.
I suoi obbiettivi sono il miglioramento della salute nel Burkina Faso, in particolare la lotta contro la malnutrizone el'assistenza alle persone affette da HIV/AIDS.
Il progetto « Nayalgué » significa in lingua mooré « ciò che si estende ». Questa azienda ha attualmente una superficie di 1200 m2. L'azienda dovrebbe raggiungere un'estenzione di 3600 m2 e produrre 8t/aanno di spirulina. Data la capacità produttiva dell'azienda, tre gruppi destinatari potranno, a termine, beneficiare della spirulina che vi verrà prodotta:

  • gruppo 1: i bambini di meno di cinque anni affetti di malnutrizzione grave e assistiti nelle CREN (16 600 bambini denutriti assistiti /anno – 25% della produzione);
  • gruppo 2: le persone che convivono con l'HIV (2 000 malati assistiti/annao – 20% della produzione);
  • gruppo 3: nella popolazione generale, chiunque desideri migliorare il proprio stato di salute (44 000 persone /anno – 55% della produzione).


L'azienda ha prodotto nel 2007 3,1 tonnellate di spirulina. Le distribuzioni sociali sono iniziate prima ancora di aver ragagiunto il pieno regime.

In definitiva è stata un impresa a scopo umanitario che è sorta in Burkina Faso.

  • Per « impresa » noi intendiamo un'unità di produzione posta sotto il controllo di un'imprenditore, con un team di operatori professsionali, e i cui prodotti permetteranno di assicurare l'autofinanziamento della produzione.
  • Per « scopo umanitario » noi intendiamo che l'obbiettivo dell'azienda sia di mettere la spirulina alla portata degli abitanti del Paese, compresi, ovviamente dei più indigenti.
LE ALTRE AZIENDE DI PRODUZIONE DI SPIRULINA DEL BURKINA FASO

- Azienda di Loumbila (2001) , situata a 15 km al nord di Ouagadougou, posta sotto il controllo delle Suore Missionarie e con l'assistenza dell'Associazione Antenna Technology. 330 m2 sono già in funzione e producono cieca 6g/giorno/m2, ossia una produzione mensile di circa 50 kg.

- Azienda di Nanoro (1996), situata a 75 km al nord di Koudougou. Quattro bacini di 60 m2 sono statoi costruiti e gestiti dai Frati Camillini, con l'aiuto dei coniugi Cousin. Produzione mensile di cieca 30 kg. Distrubizione in particolare al CREN dell'ospedale San Camillo di Ouagadougou.

- Azienda di Ouahigouya (2003), 4a città del Burkina, nel nord del Paese. Costruzione di 2 bacini di 100 m2. L'azienda è posta sotto il controllo dell'associazione Bilfu Bilfu e dei coniugi André e Chantal Buhler. Produzione media di 25 kg/mese. Distribuzione ai CREN di Ouahigouya e commercializzazione della parte rimanente.

- Azienda di Sapouy (2004), nella provincia di Ziro, sitsuata a 100 km a sud di Ouagadougou. Due bacini di 10 m2 ognuno producono in media 2kg di spirulina al mese. Controllata dall'assciazione ASFBD. Distrubuzione gratuita a tre scuole dei dintorni.

- Azienda di Sabou (2003), situata sull'asse Ouaga – Bobo a 85 km da Ouagadougou. Sei bacini di 25 m2 sono previsti, ma solo uno è in produzione sotto la direzione dell'associazionz Wend Kuni, che aiuta persone disabili. La spirulina prodotta viene distribuita al CREN di Sabou e la rimanenza commercializzata.

L'insieme di queste aziende hanno il benestare o sono in procinto di riceverlo dal Ministero della Sanità Burkinabese, affinchè possano essere integrate nei circuiti di distribuzione della salute pubblica



CONSIGLI ALLE ONG INTERESSATE ALLA COSTRUZIONE E LA GESTIONE DI AZIENDE DI SPIRULINA

Sempre più numerosi sono gli articoli sulla stampa, sulle pagine Internet o servizi televisi vi, che vantano i meriti della spirulina e portano numerose ONG ad interessarsi a progetti di coltivazione di spirulina nei Paesi in via di sviluppo. L'impressione che viene fuori da questi mezzi di comunicazione è che la coltivazione artigianale della spirulina è relativamente semplice.

10 anni di espezrienze in questo campo hanno dimostrato il contrario.

Si raccommanda invece vivamente, prima di imbarcarsi in una simile avventura, di dedicarsi ad un'attenta lettura del documento « spirulina umanitaria: pensare al futuro » (formato Word), così come ad un esempio di lettera che inviamo regolarmente a certe ONG:

Abbiamo compreso che progettate di realizzare una produzione di spirulina in connessione con il vostro orfanotrofio, progetto davvero lodevole. Il vostro obbiettivo è di ottenere la spirulina ad un prezzo inferiore a quello acquistato all'azienda di Koudougou. Purtroppo, Signora, l'azienda di Koudougou fa di tutto per proporvi un prezzo minimo che non potreste nemmeno avvicinare con un'installazione propria. Infatti, normalmente, in quanto orfanotrofio di burkina, potete avvalervi automaticamente del prezzo unanitario di 15 000 CFCA al kg (e non le normali 17 000 FCFA), che corrisponde al prezzo di costo oggi dell'azienda di Koudougou. Abbiamo potuto constatare, dopo 15 anni di esperienza su delle istaallazioni di diverse dimensioni, che esiste un »effetto di scala » che svantaggia fortemente le istallazioni di dimensioni ridotte. Per essere più concreto, un'istallazione come quella da Lei progettata, ossia sui 200 m2, dovrebbe arriva ad un prezzo di costo dell'ordine di 20 000 FCFA al kg, prezzo ben, superiore a quelle che potete ottenere oggi dall'azienda di Koudougou. E questo costo non considera nemmeno tutta l'energia umana (ed i soldi) che dovrete immetere per la costruzione più la supervisione per poter mantenere l'istallazion in funzione...Calcoli per la sua istallazione 20 millioni CFA di investimento. Non è mia intenzione scoraggiarLa per la produzione di spirulina, tutt'altro! Se potessi... Ma vi sono delle realtà economiche ineluttabili alle quali siamo costantemente confrontati, ciò che purtroppo molte ONG hanno difficolta a comprendere. Le propongo di leggere attentamente il documeznto Word accluso intitulato « Spirulina umanit aria » e di venirci a trovare a Koudougou a partire dal 16 o 17 a Koudougou.

P.S. Se il prezzo di 12 500 FCFA al chilo Le pare ancora troppo elevato, può darsi vi sia una possibilità di farla passare nel contingente dei CRE diocesani che beneficiano di un prezzo d'acquisto di ...4 000 FCFA al/kg.Ma ciò facendo vendiamo con una perdita consistente e le quantità fornibili sono limitate, in quanto occorre mantenere l'azienda di Koudougou in buona salute finanziaria! La decisione spezetterebbe alaloea al OCADES.

Salauti amichevoli

In definitiva noi consigliamo:

  • alle ONG che si trovano con mezzi o tempo limitato da dedicare alla spirulina, di aiutarci direttamente, o con l'estensione delle nostre capacità di produzione, o con l'acquisto della spirulina a obbiettivo umanitario, que potremmo inviare all'ambulatorio di loro scelta.
  • alle ONG che volessero impegnarsi molto seriamente nella spirulina di consultare con priorità il sito www.technap-spiruline.org, poi di di seguire le sessioni di formazione al CFPPA del liceo agricolo di Hyères (Var), sessioni brevi (5giorni) per i responsabili di ONG o lunghe (3,5 mesi) per i futuri capiprogetto «spirulina ». Il contatto è Monsieur Claude Villard, tel. 00 33 4 94 38 71 83, segreteria CFPPA 00 33 4 94 00 55 55.